17 novembre 2017
Home / Curiosità / Trattoria Alla Busa si prepara ai piatti autunnali scaldandovi il cuore
piatti autunnali Trattoria Alla Busa

Trattoria Alla Busa si prepara ai piatti autunnali scaldandovi il cuore

Trattoria Alla Busa si prepara ai piatti autunnali scaldandovi il cuore

L’autunno è ormai alle porte ed oltre al calendario, a dircelo sono le temperature e la nostra indecisione sul come vestirci.

A tavola invece ce lo dicono i piatti caldi, quelli che ci avvolgono in un abbraccio e ci scaldano il cuore.

A Trattoria Alla Busa ci abbiamo già pensato, proponendo ai nostri clienti deliziose prelibatezze autunnali, per dare un’anticipazione di quello che offrirà la nostra cucina esattamente in questa stagione.

Hanno già fatto la loro comparsa nei tavoli del ristorante, piatti autunnali come:

  • Polenta calda al cucchiaio con il meglio del bosco: champignon, pioppini e porcini;
  • Carpaccio di funghi champignon con grana a scaglie;
  • Risotto con porcini freschi e zucca;
  • Pappardelle con porcini freschi;
  • Filetto di manzo con porcini.

Come vedete i protagonisti del nostro autunno sono i funghi in tutte le varie tipologie (champignon, pioppini e porcini) e l’amatissima zucca!

piatti autunnali: i funghi

piatti autunnali: la zucca

Mi raccomando, vi consigliamo anche a casa di scegliere sempre ingredienti di stagione, per essere più sicuri sulla loro qualità.

Volete raccogliere i funghi? ecco alcune regole importanti:

  • Non mangiate MAI i funghi che non riconoscete, anche se il profumo può trarvi in inganno e li mangereste con gli occhi. L’apparenza inganna: non rischiate, accertatevi sempre!
  • Se non riconoscete i funghi che avete raccolto e volete portarli a casa per accertarvi, portate con voi anche le radici, o ife. Altrimenti, non fa differenza se strappate il fungo da terra o lo tagliate alla base del gambo.
  • Non cogliete mai funghi vecchi, molto piccoli, mangiucchiati dagli animali o strappati dal terreno.
  • Vi consigliamo di mangiare i funghi il giorno stesso in cui sono stati raccolti: si guastano molto rapidamente.
  • Se non avete esperienza di raccolta funghi, andate con qualcuno che ne sa qualcosa.

Come riconoscere i funghi

IL PORCINO

E’ facile da riconoscere: si tratta di boleti a carne bianca immutabile, dal sapore dolce, con pori e tubuli bianchi, poi presto gialli e infine verdi (causa maturazione delle spore).

Scopri QUI tutte le caratteristiche del porcino.

piatti autunnali i funghi porcini

CHAMPIGNON

Denominati anche prataioli, essi sono tra i funghi più utilizzati in cucina sia per il costo non elevato sia perchè sono reperibili tutto l’anno.

E’ il fungo più coltivato perchè buono, nutriente, leggero e facile da preparare. Non ha bisogno di luce per crescere, ma deve trovare nel substrato di coltivazione, le sostanze adatte.

Ecco una breve descrizione:

  • Cappello: largo fino a 12 cm, a volte anche oltre, prima ovoideo, poi emisferico, infine convesso; molto carnoso e di color bianco, spesso presenta squame brunastre; margine frequentemente fioccoso.
  • Lamelle: color rosa candido, diventano color cioccolato in breve tempo ed infine marrone scuro; libere e piuttosto fitte.
  • Gambo: sodo, pieno, corto, tozzo e cilindrico, ingrossato alla base; di colore bianco.
  • Anello: fioccoso, bianco, membranaceo, facilmente asportabile.
  • Carne: di color bianco, leggermente virante al rosso se esposta all’aria.
  • Odore: gradevole, come di muschio o di erba stropicciata.
  • Sapore: tendente al dolce, risulta più forte negli esemplari più maturi.

piatti autunnali: i funghi champignon

PIOPPINI

Conosciuto al mondo  anche con il nome piopparello, è uno dei funghi commestibili più amati e ricercati.

Il cappello dei piopparelli può raggiungere la dimensione massima di 15 cm di diametro. È di color marrone scuro da giovane e tende a schiarirsi durante la crescita fino a raggiungere tonalità molto chiare.

Le lamelle sono fitte e chiare negli esemplari giovani per diventar poi più scure nei funghi adulti.

Il gambo ha forma cilindrica, inizialmente bianco diventa in seguito più scuro e fibroso. Presenta un anello appena sotto al cappello.

La carne del cappello è bianca e tenera con un profumo gradevole. La polpa del gambo è invece piuttosto fibrosa.

piatti autunnali: i funghi pioppini

Cosa sapere sulla zucca

Passiamo ora alla zucca.

Si tratta si un ortaggio molto versatile che si presta bene alla preparazione di molteplici ricette che vanno dagli antipasti fino al dolce.

In autunno sono deliziose le zuppe e i minestroni ma anche i contorni non sono da meno.

Ottima abbinata con le cipolle oppure le patate e ripassata in padella.

Essendo poi la polpa molto dolce, si adatta anche come base per torte e dolcetti originali.

Il metodo più “classico” per goderci tutto il sapore migliore della zucca è quello di tagliarla a fette e cuocerla al forno solo con un po’ di olio, pepe e sale.

Scopri l’autunno da Trattoria Alla Busa e preparati a farti scaldare il cuore e…il palato!

prenota trattoria alla busa

Riguardo Alla Busa Staff

Alla Busa Staff
L’Osteria Trattoria alla Busa apre agli inizi degli anni trenta, quando Tullio Bernardinello, nonno materno dell’attuale gestore, adibisce ad osteria una casa ai margini del Borgo di San Martino di Venezze. La cucina è quella semplice e tradizionale, basata principalmente sui piatti tipici delle osterie del tempo. I piatti sono accompagnati con vino sfuso in bottiglioni che nonno Tullio va personalmente a scegliere presso i contadini dei Colli Euganei, servendosi per il trasporto di carrettieri che non di rado rappresentano la clientela abituale delle osterie di paese.

Guarda anche

trattoria alla busa

La stagionalità del pesce: i pesci d’autunno

La stagionalità del pesce: i pesci d’autunno Non tutti lo sanno, ma anche il mare, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *