18 ottobre 2018
Home / Ricette / Piovra ai profumi della Grecia
Piovra ai profumi della Grecia

Piovra ai profumi della Grecia

Piovra ai profumi della Grecia

Ecco svelata una delle ricette più creative e prelibate di Trattoria Alla Busa: la piovra ai profumi della Grecia.

Un segreto che condividiamo con voi per prepararla anche a casa vostra e stupire i vostri cari!

Vediamo quali sono gli ingredienti utilizzati e la preparazione per questo fantastico piatto… infine guarda la VIDEO RICETTA!

INGREDIENTI:Piovra ai profumi della Grecia

  • Tentacoli di piovra
  • Pomodorini secchi
  • olive taggiasche
  • Formaggio stracciatella

Per l’impanatura:

  • Pane
  • Anice stellato
  • Spezie

PREPARAZIONE:

  • Laviamo bene i tentacoli di piovra e facciamoli bollire in abbondante acqua per circa 20 minuti.
  • Nel frattempo prepariamo l’impanatura con cui andremo a cuocere i tentacoli: riduciamo in polvere pane, anice stellato e spezie.
  • Scoliamo i tentacoli e togliamo la parte iniziale, una volta fatto impaniamoli bene nella nostra miscela.
  • Prendiamo una padella piatta e versiamo un filo d’olio: siamo pronti per cuocere i nostri tentacoli.
  • Ricordati di girarli spesso finchè non saranno leggermente scottati.
  • Tagliamo a pezzetti i pomodorini secchi e le olive taggiasche.
  • Togliamo dal fuoco la padella con i tentacoli e facciamo rosolare appena i pomodorini e le olive.
  • In un piatto, prepariamo una base di formaggio stracciatella a cui poi andremo ad aggiungere i tentacoli tagliati a pezzi, pomodorini, olive e qualche foglia di insalata secondo la propria fantasia.

GUARDA LA NOSTRA VIDEO RICETTA!

Ecco, ora che sai anche tu i passaggi per cucinare la piovra ai profumi della Grecia, stupisci i tuoi ospiti con questo piatto eccezionale!

Provalo preparato direttamente da Trattoria Alla Busa:

prenota trattoria alla busa

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Riguardo Alla Busa Staff

Alla Busa Staff
L’Osteria Trattoria alla Busa apre agli inizi degli anni trenta, quando Tullio Bernardinello, nonno materno dell’attuale gestore, adibisce ad osteria una casa ai margini del Borgo di San Martino di Venezze. La cucina è quella semplice e tradizionale, basata principalmente sui piatti tipici delle osterie del tempo. I piatti sono accompagnati con vino sfuso in bottiglioni che nonno Tullio va personalmente a scegliere presso i contadini dei Colli Euganei, servendosi per il trasporto di carrettieri che non di rado rappresentano la clientela abituale delle osterie di paese.

Guarda anche

capesante

Le capesante: hai mai assaggiato i molluschi dal cuore tenero?

Le capesante: hai mai assaggiato i molluschi dal cuore tenero? Conosciuto anche con i nomi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *