17 luglio 2018
Home / Curiosità / Al pesce bisogna abbinare per forza un vino bianco? non è detto!
quale vino abbinare al pesce

Al pesce bisogna abbinare per forza un vino bianco? non è detto!

Al pesce bisogna abbinare per forza un vino bianco? non è detto!

Ci credete anche voi alla favola del pesce e vino bianco? noi si… ma con qualche eccezione!

Un vino bianco è sicuramente l’eccellenza abbinato a pietanze a base di pesce ma il vino rosso può rivelarsi l’anello mancante.

Un mito da sfatare, infatti, risulta restrittivo prendere in considerazione un solo tipo di vino se pensiamo alla grande varietà presente tutt’oggi in commercio, tanto più che anche il pesce è un alimento molto eclettico, il cui sapore varia a seconda del metodo di cottura.

Perciò, se pensiamo ad un abbinamento tra i sapori per fare in modo che il vino esalti quello del pesce, dobbiamo allargare i nostri orizzonti e scegliere anche fra i rossi e i rosati.

Non ci credete? ve lo spieghiamo subito!

Il pesce permette di variare negli abbinamenti

Il vino bianco per la carne del pesce è una tradizione fin troppo consolidata nei ristoranti, enoteche, ecc…

La caratteristica principale del pesce che consente di variare negli abbinamenti è proprio la sua ecletticità.

Se vogliamo fare qualche esempio, il pesce azzurro ha un gusto delicato, il tonno è deciso e saporito così come il salmone.

Tutto cambia dal metodo di cottura utilizzato: bollito o al forno? grigliato o a insalata? è importante comprenderne le componenti di sapore per sapere cosa valorizzare e cosa compensare con il vino per scegliere poi quello giusto.

Ad ogni pesce il suo vino

Un bianco fresco e leggero è indicato con i pesci di acqua dolce. Spumante o champagne invece per salmone o pesce affumicato.

Con pesci magri invece come pesce spada, branzino, nasello, rombo, orata e pesce azzurro cucinato al vapore, grigliato o bollito è ideale un vino secco come Barolo, Brunello, Nobili di Montepulciano e il Chianti.

Per valorizzare una frittura di pesce e la sua sapidità, liberando la bocca dal grasso dell’olio, consigliamo vini molto alcolici, acidi e frizzanti, come un Rosè Brut dei Poderi del Roccolo.

Per crostacei e molluschi l’abbinamento è diverso, vanno molto d’accordo vini bianchi aromatici e presenti come il Gewurztraminer.

Con crostacei conditi con aglio, pomodorini e peperoncino, il rosso deve essere corposo.

Con sapori più forti come il pesce al forno o in crosta, parliamo di vini rosati o rossi novelli, leggeri e aciduli, da abbinare anche a zuppe e primi piatti come la spaghettata o il risotto di mare.

Con una cantina di circa 400 etichette tra vini italiani ed esteri, Trattoria Alla Busa vi invita a lasciarvi andare alle vere prelibatezze fatte di pesce sia crudo che cotto e buon vino.

prenota trattoria alla busa

Acconsento al trattamento dei dati sopra inseriti del Regolamento UE n.2016/679 sulla protezione dei dati personali consultabile qui.

Riguardo Alla Busa Staff

Alla Busa Staff
L’Osteria Trattoria alla Busa apre agli inizi degli anni trenta, quando Tullio Bernardinello, nonno materno dell’attuale gestore, adibisce ad osteria una casa ai margini del Borgo di San Martino di Venezze. La cucina è quella semplice e tradizionale, basata principalmente sui piatti tipici delle osterie del tempo. I piatti sono accompagnati con vino sfuso in bottiglioni che nonno Tullio va personalmente a scegliere presso i contadini dei Colli Euganei, servendosi per il trasporto di carrettieri che non di rado rappresentano la clientela abituale delle osterie di paese.

Guarda anche

pesce fresco, i trucchi per riconoscerlo

Pesce fresco: i trucchi per riconoscerlo

Pesce fresco: i trucchi per riconoscerlo Quante volte abbiamo voglia di prepararci dell’ottimo pesce fresco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *