21 Marzo 2019
Home / Prelibatezze del territorio / Canocchie o cicale di mare: un crostaceo delicato e ipocalorico da gustare a Trattoria Alla Busa!
canocchie

Canocchie o cicale di mare: un crostaceo delicato e ipocalorico da gustare a Trattoria Alla Busa!

Canocchie o cicale di mare: un crostaceo delicato e ipocalorico da gustare a Trattoria Alla Busa!

Ciao ragazzi!

In questo articolo vogliamo parlarvi di un altro dei nostri fantastici crostacei presenti nei nostri piatti di crudo e non solo: le canocchie o “cicale di mare”.

Come ben saprete, le canocche sono crostacei del Mediterraneo dal gusto molto invitante! (infatti sono molto richieste nel menù dei nostri clienti).

Scopriamole più da vicino così da sapere meglio cosa andrete a mangiare quando venite da Trattoria Alla Busa ad assaggiare il nostro pesce crudo!

Da dove arrivano le canocchie?

L’habitat ideale di questi crostacei sono i fondali, dai 10 metri fino a 200 metri sui fondi sabbiosi, fangosi cositeri e spesso in prossimità della foce dei fiumi o dello sbocco dei canali!

Lunghe circa 20 centimetri, presentano una corazza bianco-grigiastra con riflessi rosati e presentano due macche ovali bruno-violacee sulla cosa molto caratteristiche perché sembrano degli occhi.

Le canocchie o cicale di mare in cucina

Le canocchie le potete trovare da Trattoria Alla Busa tutto l’anno, infatti, sono presenti sui banchi dei pescatori subito dopo le notti di mareggiate, perché pescate a strascico ormai prive delle tane.

Caratteristica delle cicale di mare è proprio la sua freschezza: dopo qualche ora dalla morte, inizia il processo di disidratazione e quindi si svuota.

Noi di Trattoria Alla Busa la acquistiamo ancora viva, assicurandoci che il guscio sia compatto e non asciutto e screpolato o con la presenza di parti sciupate o ingiallite, o ancora peggio, surgelata.

Cannocchie ….e non solo….

Publiée par Trattoria Alla Busa sur Mercredi 27 février 2019

Curiosità da sapere assolutamente sulle canocchie

Le canocchie, essendo povere di grassi e calorie, sono indicate per le diete ipocaloriche, sono ricche di proteine e di grassi polinsaturi, e contengono anche vitamina B.

Contengono però molto sodio, per cui le consigliamo alle persone con la pressione alta.

Come vengono pulite le canocchie.. da provare anche a casa

Se volete provare a preparare le canocchie anche a casa vostra, dovete iniziare dalla pulizia:

Lavate le canocche ancora vive sotto l’acqua corrente facendo attenzione a non pungervi con la coda spinosa.

Se volete cucinarle intere vi basterà praticare un unico taglio lungo la corazza dorsale: in tal modo la polpa si insaporirà in cottura.

Se invece volete togliere la polpa delle canocchie dal guscio, scottatele un paio di minuti in acqua bollente, scolatele e fatele intiepidire.

Con le forbici tagliate le pinne ventrali, partendo dal basso fino ad eliminarle tutte, e tagliate anche la punta delle chele: eviterete in questo modo di pungervi.

Ora eliminate la parte di corazza dorsale che sporge sul lato della canocchia e tagliate anche la coda e le protuberanze piene di spine.

Tenete ferma la cicala di mare con la mano destra e con la sinistra sollevate con delicatezza la corazza dorsale, partendo dalla coda e arrivando fino alla testa.

In questo modo ricaverete la polpa da utilizzare per le vostre preparazioni.

Alcuni consigli per utilizzare le canocchie in cucina

Per voi che vi sentite ispirati ad utilizzare le canocchie in cucina ecco alcuni consigli:

Per la preparazione di sughi  per pasta o di zuppe, vi basterà tagliare le canocchie a tocchetti con un coltello dalla punta affilata, dopo averle lavate sotto l’acqua corrente.

Et voilà le vostre canocchie saranno perfette!

CANOCCHIE

Ecco un esempio di come puoi gustare le canocche da Trattoria Alla Busa!

RISERVA SUBITO IL TUO TAVOLO PER ASSAPORARLE!

prenota trattoria alla busa

Riguardo Alla Busa Staff

Alla Busa Staff
L’Osteria Trattoria alla Busa apre agli inizi degli anni trenta, quando Tullio Bernardinello, nonno materno dell’attuale gestore, adibisce ad osteria una casa ai margini del Borgo di San Martino di Venezze. La cucina è quella semplice e tradizionale, basata principalmente sui piatti tipici delle osterie del tempo. I piatti sono accompagnati con vino sfuso in bottiglioni che nonno Tullio va personalmente a scegliere presso i contadini dei Colli Euganei, servendosi per il trasporto di carrettieri che non di rado rappresentano la clientela abituale delle osterie di paese.

Guarda anche

cena natalizia a base di pesce

Consigli per una cena natalizia a base di pesce + un regalo speciale

Consigli per una cena natalizia a base di pesce + un regalo speciale Sapersi anticipare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *