17 dicembre 2017
Home / Rilievo / 5 BUONI MOTIVI PER VENIRE ALLA SERATA DI DEGUSTAZIONE DELLA CANTINA COSTARIPA
trattoria-alla-busa-COSTARIPA

5 BUONI MOTIVI PER VENIRE ALLA SERATA DI DEGUSTAZIONE DELLA CANTINA COSTARIPA

5 BUONI MOTIVI PER VENIRE ALLA SERATA DI DEGUSTAZIONE DI CANTINA COSTARIPA DI TRATTORIA ALLA BUSA

Il ristorante Trattoria Alla Busa di San Martino di Venezze (Rovigo) giovedì 30 novembre è lieta di invitarvi a una serata enogastronomica all’insegna di bollicine sopraffine e della buona tavola!

Perchè non potete mancare?

Abbiamo ben 5 buoni motivi per cui non dovreste perdervi per nulla al mondo la serata di degustazione di cantina Costaripa!

        1. La Cantina

L’azienda agricola Costaripa è situata nel cuore della Valtenesi a Moniga del Garda circondata da vigneti.

Il progetto architettonico, che si scorge, ridisegna i lineamenti della terra circostante e tramite l’utilizzo di materiali naturali si fonde completamente nella morfologia e nei colori del luogo nel completo rispetto dell’armonia del territorio.

L’azienda, nel suo stretto rapporto con l’uomo apre le sue porte a visite e degustazioni guidate per assaporare intensamente la storia e la tipicità dei suoi vini. Una passione di  famiglia, ma soprattutto un progetto in Valtenesi sul Lago di Garda.

Tre generazioni votate alla terra ed ai suoi frutti con un inno che porta nel cuore la soddisfazione per aver firmato il tempo.
È un capitolo indimenticabile della storia della vinificazione a lacrima dedicato a questo piccolo fazzoletto di terra posta al sorgere del sole sulla sponda Dannunziana del  Lago di Garda.

In questa terra di vini Rosè, dove il vitigno principe è il “Groppello”, Costaripa sin dal 1936 li reinterpreta con RosaMara, il rosè che ha dato  alla Valtenesi il valore della dedizione degli uomini che amano la qualità.

L’esperienza, la passione e la filosofia di un uomo possono rompere pregiudizi radicati nel tempo, così Mattia Vezzola ha reinterpretato il profilo sensoriale del Valtènesi Rosè, il vino più nobile e rappresentativo del Lago di Garda,  rendendolo unico e contemporaneo.

Giovedì 30 novembre avrete inoltre l’onore di conoscere il Sign. Vezzola in persona, che presenterà i suoi magnifici vini!

       2. I vini Costaripa

Ci sarà il Lugana Pievecroce coltivato nel versante meridionale del Lago di Garda a sud di Sirmione. Le caratteristiche di buona fertilità del terreno, permettono alla vigna di dare origine a vini di ottima struttura. La tecnologia è quella della più tradizionale vinificazione in bianco, il 35% dei mosti fermenta in piccole botti di rovere bianco da 228lt.
 Il Brut da uve Chardonnay 100% provenienti dalle zone più vocate del Lago di Garda e di Iseo, il 35% dei mosti fermenta in piccoli fusti di rovere bianco da 228 lt.

Il Brut Rosé da uve Chardonnay 80% e Pinot Nero 20% con spremitura comunque molto soffice del Pinot Nero (vinificato in parte in rosa e in parte in rosso) provenienti dalle zone calcareo-argillose più vocate del Lagodi Garda e di Iseo, il 35% dei mosti fermenta in piccoli fusti di rovere bianco da 228lt.

Il Palmargentina proveniente da antichi vigneti di Groppello e Marzemino, coltivati riva lago a Moniga del Garda, nasce PalmArgentina. Dopo il taglio del tralcio le uve rimangono ancora qualche settimana sulle vigne, la perdita di turgidità e d’acqua consente alle uve di concentrare gli zuccheri in un periodo mite a temperature moderate. Il processo conferisce florealità ad un vino armonico, perfettamente equilibrato che trova successivamente armonia ed ampiezza grazie all’unione diuna piccola integrazione di Moscato rosa che completa il quadro armonico. Adatto ad accompagnare a fine pasto pasticcerie delicate e frutti di bosco.

Il Rosamara ottenuto da una tecnologia è rappresentata dalla vinificazione “a lacrima”, cioè l’utilizzo del puro fiore attraverso lo sgrondo statico prima della fermentazione, ottenendo così un mosto che può essere considerato il cuore dell’acino. Il 50% del mosto fermenta ed evolve in piccole botti di rovere da 228lt per circa 6 mesi.

Infine, il Molmenti dedicato a Pompeo Gherardo Molmenti, ideatore nel 1896 del Chiaretto di Moniga, il vino più rappresentativo della propria storia. La vinificazione “a lacrima” e la fermentazione in botte consentono di proporre un chiaretto di “tradizione”, di particolare carattere e longevità. Imbottigliato dopo due anni di affinamento successivo alla vendemmia, riposa poi in bottiglia fino alla sua perfetta maturità.

      3. Incontro con Mattia Vezzola

Giovedì 30 avrete inoltre l’occasione di conoscere il titolare di Cantina Costaripa in persona, il Sig. Mattia Vezzola, enologo gardesano di Risultati immagini per Mattia Vezzolafama internazionale, il miglior enologo italiano. E’ stato nominato e premiato a Roma come miglior enologo italiano dell’anno 2014, in occasione della sedicesima edizione degli Oscar del Vino, organizzata da Franco M. Ricci di Bibenda e dalla Fondazione Italiana Sommelier. La premiazione è avvenuta durante una prestigiosa serata ospitata nella splendida cornice del Salone delle feste dell’hotel Cavalieri a Roma.

La premiazione romana conferma il successo che i vini rosé della Valtenesi stanno riscuotendo in tutti il mondo, conquistando il gusto dei consumatori in Italia e all’estero.

Enologo dell’anno 2004 e 2008 e autentico “guru” delle bollicine di Franciacorta, nonché grande appassionato di vini “rosa”, Mattia Vezzola è ideatore e produttore del vino metabolico che coniuga un’alta qualità vitivinicola a principi nutritivi per prevenire malattie metaboliche come diabete mellito, ipertensione arteriosa e obesità.

Questo vino, presentato alla stampa un anno fa, e già in precedenza con la presenza del celebre, scomparso, cardiologo Cristian Barnard, si basa sulle linee guida della “Cucina Lineare Metabolica “dello chef Luca Barbieri e del professore Claudio Macca, noto nutrizionista degli Spedali Civili di Brescia.

     4. La cucina di Trattoria Alla Busa

La degustazione sarà accompagnata dai piatti studiati ad hoc dello Chef Massimo Polonio, come sempre preparati con materie prime di altissima qualità, per un menù straordinario che vi farà venire l’acquolina in bocca solo a leggerlo!

MENU:

– CROSTINI POMODORO RICOTTA SALSICCIA
– CROSTINI LARDO E MIELE GRANA PADANO
– CROSTINI AL GORGONZOLA
– UOVA AL TARTUFO

– SALMONE MARINATO ALL’ARANCIO
– SCAMPI ALLO ZENZERO
– CESTINO DI PASTA FILLO CON GAMBERO ROSSO BURRATA

– TAGLIOLINI PIOPPINI E CAPESANTE

– POLIPO RICORDO DELLA GRECIA
– SALMONE IN CROSTA DI PAPAVERO SU CREMA DI ZUCCA AL PEPE

– MILLEFOGLIE ALLA CREMA

Potrete gustare tutte queste prelibatezze al prezzo eccezzionale di 50 euro, superalcolici esclusi!

     5. La simpatia travolgente dello Staff!

Cortesia, accoglienza e simpatia sono i valori cardine dello staff di Trattoria Alla Busa, ingredienti fondamentali per far sentire i nostri ospiti coccolati e per far loro trascorrere una serata semplicemente perfetta.

Non perdete questo incredibile evento enogastronomico che combina la cucina strepitosa della nostra Trattoria con le bollicine raffinate della Cantina Costaripa!

 

Prenota ora il tuo tavolo per la serata di Degustazione della Cantina Costaripa!

prenota trattoria alla busa

Riguardo Alla Busa Staff

Alla Busa Staff
L’Osteria Trattoria alla Busa apre agli inizi degli anni trenta, quando Tullio Bernardinello, nonno materno dell’attuale gestore, adibisce ad osteria una casa ai margini del Borgo di San Martino di Venezze. La cucina è quella semplice e tradizionale, basata principalmente sui piatti tipici delle osterie del tempo. I piatti sono accompagnati con vino sfuso in bottiglioni che nonno Tullio va personalmente a scegliere presso i contadini dei Colli Euganei, servendosi per il trasporto di carrettieri che non di rado rappresentano la clientela abituale delle osterie di paese.

Guarda anche

trattoria alla busa

La stagionalità del pesce: i pesci d’autunno

La stagionalità del pesce: i pesci d’autunno Non tutti lo sanno, ma anche il mare, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *