17 novembre 2017
Home / Ricette / 4 piatti di pesce abbinati al tartufo
4 piatti di pesce abbinati al tartufo

4 piatti di pesce abbinati al tartufo

4 piatti di pesce prelibati abbinati al tartufo

Trattoria alla Busa è lieta di invitarvi venerdì 20 ottobre alla degustazione di piatti con tartufo bianco e nero, un evento con prodotti pregiati e prelibati a cui è impossibile mancare!

Bianco o nero, poco importa: il tartufo è l’ingrediente ideale per dare un valore aggiunto a numerosi piatti. Questo pregiatissimo e raro tubero infatti è noto ed amato fin dall’antichità. Aroma perfetto e inimitabile, sapore squisito, facilmente digeribile, ottimi valori nutrizionali.

In occasione dell’evento, scopriamo come si può abbinare il pesce con il tartufo:

Salmone al tartufo

Ingredienti:

  •     600 g di salmone fresco con la pelle;
  •     60 g di fettine di tartufo Scorzone;
  •     600 g di zucchine;
  •     60 g di burro;
  •     1 cucchiaio di olio d’oliva;
  •     Sale q.b.

Per il burro al salmone:

  •     30 g di tartufo scorzone;
  •     1/2 bicchiere di Porto;
  •     100 g di burro.

Suddividere in 4 porzioni il salmone e praticare delle incisioni nella parte superiore ed infilare nei tagli delle fette di tartufo. Salare e pepare.

Tagliare a lamelle le zucchine, lessatele e passatele nel burro. Scaldate dell’olio e fate cuocere il salmone a fuoco basso per 10 minuti.

Tritare il tartufo ed unirlo al Porto in una pentola cuocere fino a ridurre del 50 % il tutto e aggiungere il burro. Salate e pepate per poi unire il composto alle zucchine.

Disporre il salmone nel piatto e contornatelo di zucchine al tartufo.

Pesce spada affumicato al carpaccio di tartufo nero

Ingredienti:

  •     Un vasetto di carpaccio al tartufo nero pregiato;
  •     16 fette di pesce spada tagliate sottile;
  •     8 fette di ananas;
  •     Insalata novella;
  •     olio extravergine;
  •     Poco limone.

Sistemare l’ananas in 4 piatti e sistemate sopra il pesce spada, aggiungere l’insalata e condire con olio e limone, e aggiungere il carpaccio al tartufo.

 

Gnocchetti alla crema di scampi e tartufo Bianco

Ingredienti:

  •     500 g di gnocchetti;
  •     850 g di scampi;
  •     2 scalogni;
  •     2 pomodori;
  •     1/2 bicchiere di vino bianco;
  •     1 bicchiere di brandy;
  •     7 cucchiai di panna da cucina;
  •     Tartufo bianco a piacere;
  •     1 carota;

Ricavare la polpa degli scampi lasciandone 4 interi per decorare i piatti.

Soffriggere gli scalogni tritati, unire gli scampi e sfumare con vino e brandy. Togliere del fuoco e far intiepidire per poi tritarli finemente e unirli alla panna.

In un’altra padella preparare una riduzione di scampi unendo le teste degli scampi, 1/4 di bicchiere di vino, 1 carota e 1 cipolla. Far bollire per una mezzora e filtrare.

Unire gli gnocchetti al sugo, mantecare velocemente, aggiungere il tartufo bianco tagliato a lamelle.

Orata ai funghi porcini e tartufo nero liscio

Ingredienti:

  •     2 orate da 600 g;
  •     1 litro di brodo di pesce;
  •     300 g di funghi porcini;
  •     60 g di tartufo nero liscio;
  •     60 g di burro;
  •     Sale e pepe q.b.

Sfilettare le orate, salate e pepate, conservare in frigo. Tagliare i funghi a dadini e cuocerli rapidamente con un filo d’olio. Ridurre il brodo di pesce a 5 dl. Fare una salsa con 1/3 di tartufo, il brodo di pesce, 1/3 di funghi unendoli in un frullatore fino ad ottenere un liquido omogeneo. Ridurre del 50% in un pentolino a fuoco dolce, aggiungere il burro.

Cuocere con un filo d’olio le orate.

Posizionare le orate nel piatto, cospargere di salsa e unire il resto dei funghi. Spolverare col tartufo nero liscio rimanente.

Non mancare all’evento desgustativo a base di tartufo di Trattoria alla Busa.

Il menù uscirà a breve… ma se ci conosci, sai che puoi già riservare il tuo tavolo!

prenota trattoria alla busa

 

Riguardo Alla Busa Staff

Alla Busa Staff
L’Osteria Trattoria alla Busa apre agli inizi degli anni trenta, quando Tullio Bernardinello, nonno materno dell’attuale gestore, adibisce ad osteria una casa ai margini del Borgo di San Martino di Venezze. La cucina è quella semplice e tradizionale, basata principalmente sui piatti tipici delle osterie del tempo. I piatti sono accompagnati con vino sfuso in bottiglioni che nonno Tullio va personalmente a scegliere presso i contadini dei Colli Euganei, servendosi per il trasporto di carrettieri che non di rado rappresentano la clientela abituale delle osterie di paese.

Guarda anche

come preparare i canestrelli

Avete mai assaggiato i canestrelli?

Avete mai assaggiato i canestrelli? Avete mai sentito parlare dei canestrelli? li avete mai assaggiati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *