17 luglio 2018
Home / Curiosità / 2 Giugno Festa della Repubblica
festa della repubblica

2 Giugno Festa della Repubblica

2 Giugno Festa della Repubblica

Il 2 giugno, festa della Repubblica Italiana, è una data fondamentale per la storia del nostro Paese perchè è il giorno in cui si festeggia la nascita della Repubblica italiana.

In questo giorno si ricorda un evento preciso, ossia il referendum con il quale gli italiani votarono per scegliere se lo Stato avrebbe dovuto avere quale forma istituzionale quella della repubblica o una monarchia.

La storia della Festa della Repubblica Italiana si ricorda ogni anno con eventi nelle principali città d’Italia come Roma, Milano, Torino e Napoli.

Le scuole restano chiuse ed anche i lavoratori possono quindi approfittare di un giorno di festa.

Per evitare che questo giorno rappresenti solo una pausa dagli impegni di lavoro e studio, ricordiamo che:

  • Il 2 giugno 1946 si tenne il referendum istituzionale a suffragio universale che chiamava alle urne tutti i cittadini italiani per decidere quale forma di governo dovesse guidare il Paese;
  • Per la prima volta anche le donne parteciparono alle votazioni;
  • Il referendum si tenne tra il 2 e 3 giugno 1946, ed i risultati ufficiali furono annunciati solo 18 giugno 1946;
  • A votare a favore della repubblica furono 12.718.641 italiani, contro i 10.718.502 a favore della monarchia;
  • Il 18 giugno 1946 nacque ufficialmente la Repubblica Italiana, come annunciò la Corte di Cassazione.

2 giugno festa della repubblica italiana

Vuoi anche tu festeggiare questa data importante per gli italiani? Trattoria Alla Busa è aperta per chiunque abbia bisogno di rilassarsi dal lavoro e passare una serata in compagnia.

Con i nostri piatti di pesce e non solo abbinati ai vini delle migliori cantine, proverai un’esperienza unica e di completo relax.

Riserva comodamente il tuo tavolo direttamente da qui:

prenota trattoria alla busa

Riguardo Alla Busa Staff

Alla Busa Staff
L’Osteria Trattoria alla Busa apre agli inizi degli anni trenta, quando Tullio Bernardinello, nonno materno dell’attuale gestore, adibisce ad osteria una casa ai margini del Borgo di San Martino di Venezze. La cucina è quella semplice e tradizionale, basata principalmente sui piatti tipici delle osterie del tempo. I piatti sono accompagnati con vino sfuso in bottiglioni che nonno Tullio va personalmente a scegliere presso i contadini dei Colli Euganei, servendosi per il trasporto di carrettieri che non di rado rappresentano la clientela abituale delle osterie di paese.

Guarda anche

pesce fresco, i trucchi per riconoscerlo

Pesce fresco: i trucchi per riconoscerlo

Pesce fresco: i trucchi per riconoscerlo Quante volte abbiamo voglia di prepararci dell’ottimo pesce fresco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *